Pierre-Alain Auberson, impiegato in logistica, Daillens

Menu lingue

La Posta c’è. Per tutti. Anche nel bel mezzo della notte.

Pierre-Alain Auberson è un nottambulo. Già da alcuni anni lavora solo di notte. Nel centro pacchi di Daillens, dove è impiegato, l’attività tende addirittura ad essere più frenetica di notte che di giorno. Molti dei pacchi giungono infatti dalle filiali solo la sera, in autocarro. Ed è allora che a Daillens suona letteralmente la sveglia.

 

I veicoli vengono scaricati e i pacchi smistati e posti sul nastro. Gli invii speciali, come le bottiglie di vino, vengono spartiti a mano. Qui ce ne sono in quantità, visto che la Svizzera romanda è una regione vinicola.

Grazie a nottambuli come Pierre-Alain la Posta può garantire che i numerosi invii PostPac Priority giungano davvero a destinazione il giorno successivo. A Daillens, ogni sera dalle 80 alle 100 persone lavorano diligentemente per fare in modo che i sempre più numerosi compratori online ricevano sempre per tempo i propri acquisti.

Sorridendo dice di non essere tagliato per le prime ore del mattino, ma di apprezzare invece i vantaggi del lavoro notturno. Di conseguenza va a fare la spesa a metà pomeriggio, quando i negozi sono vuoti non deve preoccuparsi delle code sulle strade. Infatti, quando torna a casa alle due del mattino, la Svizzera sta già dormendo.